L’uomo che rivoluzionò l’arbitraggio


kenaston.jpgKenneth George "Ken" Aston, inglese di Colchester, nacque nel 1915. Terminò un corso per arbitri nel 1936 e partecipò, come soldato nell’esercito britannico, alla seconda guerra mondiale. Di professione insegnante, dopo la guerra ( dal 1953 divenne arbitro di first division) intraprese attivamente la carriera arbitrale (iniziò come guardalinee) contribuendo allo sviluppo della categoria con numerose innovazioni:
-1 fu il primo ad indossare una divisa completamente nera con rifiniture bianche, adottata poi universalmente
-2 suggerì l’introduzione delle bandierine gialle per i guardalinee, che sostituirono quelle utilizzate dai club di casa
-3 introdusse (nel 66) l’arbitro sostitutivo per eventuali incidenti dell’arbitro titolare, anticipando l’attuale quarto uomo odierno
-4 introdusse l’uso della lavagna per indicare le sostituzioni, in modo da permettere ai giocatori e all’arbitro di capire più velocemente chi fosse il calciatore da sostituire.
-5 Inventò i cartellini gialli e rossi

Aston dichiarò che l’idea di utilizzare dei cartellini colorati da mostrare ai giocatori e alla folla gli venne dopo il famoso quarto di finale della World Cup 1966 tra l’Inghilterra e l’Argentina ( 1 – 0 per gli inglesi con rete di Hurst al 78°), quello in cui Ramsey, nel dopo gara, definì "animals" i sudamericani. Quando Rattin, capitano argentino numero 10 venne espulso per gioco violento dall’arbitro tedesco Rudolf Kreitlein, rimase a lungo in campo prima di uscire non capendo l’espulsione (o facendo finta di non capirla)…L’idea di Aston, all’epoca del mondiale inglese 66 supervisore degli arbitri così come anche nel 70 e nel 74, si materializzò poco tempo dopo ad un semaforo in Kensington High street, quando fermo con la sua auto decise di introdurre nel codice arbitrale il giallo come avvertimento (ammonizione) ed il rosso come sanzione definitiva (espulsione), stabilendo quindi un semplice ma efficace linguaggio universale anche tra giocatori di nazionalità diverse, utile e di comprensione anche allo spettatore presente sugli spalti.
Queste le parole "illuminate" di Aston quando gli chiesero come gli venne l’idea: "As I drove down Kensington High Street, the traffic light turned red. I thought, ‘Yellow, take it easy; red, stop, you’re off’."…"

 
Nominato nel 1997 Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico per i suoi servizi al calcio e divenuto anche membro della Football Association Aston morì nel 2001 a Ilford, Londra.
I cartellini furono introdotti ufficialmente per la prima volta nel 1970 durante la Coppa del Mondo in Messico. Il primo giocatore della Football League a prendere un rosso fu David Wagstaff, player del Blackburn Rovers di scena a Londra contro l’Orient. La data era sabato 2 ottobre 1976 e lo stesso pomeriggio George Best, con la maglia bianca del Fulham, prese il rosso durante la gara giocata a Southampton.
Curiosamente, per un periodo compreso tra il 1980/81 e 1987/88, l’uso dei cartellini rosso e giallo fu sospeso durante le gare ufficiali di Football League.
 
 
 
 
Scritto da Chris Cesarini 
Christian Cesarini

Christian Cesarini

Grande esperto di Calcio Inglese e autore di due Best Seller: English Football Days e Swinging Football
Christian Cesarini

Latest posts by Christian Cesarini (see all)

Articoli correlati

Lascia un commento